Dolore

Per le persone che convivono con il dolore non trattato, le conseguenze non sono solo fisiche. Possono permeare l'intera vita della persona. La capacità di svolgere il proprio ruolo, la capacità di lavorare, la possibilità di vivere con dignità. Tutto ciò può essere compromesso.

Riteniamo che il dolore non debba definire la vita di una persona. Crediamo che si possa fare di più.

In Lilly, il dolore non trattato è l'argomento di una nuova discussione. Una discussione che ci spinge ad affrontare le complesse sfide scientifiche e sociali del dolore cronico e ricorrente, tra cui emicrania, cefalea a grappolo episodica e dolore da osteoartrite. A tale scopo, ci impegniamo a fare progredire la scienza innovativa, le politiche e i farmaci non oppioidi necessari per rimodellare e rendere possibile un approccio migliore e più completo alla gestione del dolore e ai risultati del trattamento.

Per ulteriori informazioni, visita il sito www.lillyneurologia.it

La nostra motivazione è ridefinire ciò che è possibile fare per le persone affette da emicrania episodica e cronica, per aiutarle a vivere senza compromessi. Le nuove scoperte scientifiche portano nuove speranze e con le nuove speranze si aprono nuove aspettative.

Federica MarangoloBiomedicine Business Unit Sr. Director

PP-MG-IT-0217