Giovedì 19 marzo, la 10ª tappa della Campagna di Educazione Infantile Fumetti, ed immagini da colorare ai bambini delle scuole primarie

ARRIVA A CATANZARO IL PRIMO FUMETTO SULLA SALUTE LILLY DISNEY

L’iniziativa è promossa da AGDI Diabete Italia, coordinamento Associazioni Italiani Giovani con Diabete, dalla Disney, con il contributo non condizionato di Eli Lilly, con il patrocinio di Diabete Italia, l’Ente che raggruppa medici specializzati nel trattamento del diabete, operatori sanitari e associazioni di persone con diabete, ed in collaborazione con SIEDP, Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica.

Per seguire la Campagna visita www.lilly.it, lillyitalia@lilly.com segui www.facebook.com/diabete.a.colori

Il fumetto “Coco e la festa di Pippo!” è uno strumento che fa capire come i bambini con diabete siano uguali agli altri, che il controllo sull’alimentazione e una buona attività sportiva portino benefici e migliorino la qualità della vita. Aiuta a migliorare la comunicazione e l’informazione sui sintomi del diabete per una diagnosi precoce e puntuale. E’ un mezzo che nella sua semplicità vuole sostenere le famiglie nell’affrontare i momenti difficili dando al bambino la consapevolezza di potersi autogestire e rassicurare i genitori che affrontano le problematiche quotidiane nell’ambito sociale e scolastico.

Catanzaro, 19 Marzo 2015 - Il primo fumetto Lilly Disney sulla salute “Coco e la festa di Pippo!” dedicato al diabete infantile arriva a Catanzaro. La Giornata Educazionale e la presentazione del fumetto avranno luogo giovedì 19 Marzo presso Palazzetto dello Sport “Geppe Greco”. Complessivamente circa 200 bambini parteciperanno al percorso ludico educativo in programma che prevede la lettura del fumetto ed il suo commento da parte dei medici specialisti in diabetologia pediatrica, oltre alla distribuzione di puzzle ed immagini da colorare, tutti targati Disney.

Si tratta di un’iniziativa che rientra nella Campagna Nazionale di Educazione Infantile che, partita nel 2013, prevede complessivamente n. 16 tappe entro il 2015. Si propone di spiegare che cos’è il diabete giovanile, come convivere con questa condizione ma anche come favorire stili di vita corretti che tutti i bambini dovrebbero seguire per allontanare oppure prevenire le future malattie legate a obesità e sedentarietà. L’Italia, tra l’altro, ha il più alto tasso europeo di obesità infantile. Grazie a una gestione corretta, a un giusto stile di vita e alle terapie oggi a disposizione è possibile condurre una vita normale convivendo con la condizione del diabete: crescere, socializzare e diventare grandi.

La Giornata Educazionale al Palazzetto dello Sport “Geppe Greco”: il programma

I bambini seguiranno, con il supporto di medici specialisti in diabetologia pediatrica dell’Ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro che prevede la consegna del fumetto Lilly Disney ai bambini e la sua lettura da parte di un animatore, intervallata dai commenti dello staff medico, per illustrarne i diversi aspetti. Complessivamente circa 200 bambini parteciperanno al percorso ludico educativo in programma. Al termine i bambini riceveranno puzzle e cartoline da colorare, tutto targato Disney.

Gli aspetti medici, sociali ed istituzionali

“Il fumetto Lilly Disney, – spiegano  il dottor Felice Citriniti, pediatra presso l’Ospedale Pugliese Ciaccio di Catanzaro, membro SIEDP, Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica  e il Dott. Francesco Mammi, Responsabile regionale della SIEDP e Coordinatore della rete diabetologica pediatrica calabrese– “offrirà importanti vantaggi ai piccoli pazienti: grazie al linguaggio semplice e divertente, ai personaggi conosciuti e vicini al mondo infantile, può favorire l’abbassamento dell’età in cui imparano a comprendere il significato dei sintomi, può facilitare la collaborazione tra le diverse figure coinvolte nella gestione del diabete e soprattutto può essere uno strumento per condividere e raccontare la propria condizione ai compagni di gioco. In più è uno strumento nuovo e trasversale utilizzabile da medici, operatori sanitari, famiglie ed insegnanti. Il fumetto Lilly Disney attraverso personaggi "rassicuranti" ha e avrà in primo luogo un importantissimo impatto sul modo di comunicare la diagnosi della malattia ad un bambino. Gli effetti a catena saranno di notevole impatto sulla gestione della malattia e delle sue complicanze”

Con il fumetto è possibile diffondere in modo capillare cosa significa affrontare il diabete, dare informazioni su come gestirlo, far capire che non si resta soli e che le sfide della vita vanno affrontate senza porsi dei limiti” – aggiunge Gian Luigi Curioni, Presidente A.G.D. Italia, Coordinamento tra le Associazioni Italiane Giovani Diabetici – “ben vengano queste iniziative che grazie a Lilly e Disney, connubio perfetto tra la casa farmaceutica che produce insulina da sempre attenta ai bisogni dei più piccoli e Coco personaggio Disney, entra nelle case dei nostri bambini un personaggio da amare  pronto a dare il suo aiuto nei momenti di sconforto non necessariamente legati all’aspetto della cura, ma del cuore”.

“Il diabete è una malattia, purtroppo, molto diffusa tra bambini e adolescenti - dichiarano Sergio Abramo, Sindaco di Catanzaro, e Antonio Sgromo, Assessore alla pubblica istruzione. Questa campagna di educazione svolge una funzione di primaria importanza perché offre la possibilità di trattare in modo quasi giocoso un tema serio e importante, accostandosi ai giovani e ai giovanissimi che ne sono affetti con estrema sensibilità.

Un “grazie” senza riserve va a tutti i soggetti promotori di un’iniziativa che si propone innanzitutto di far comprendere ai bambini colpiti da questa patologia che non sono diversi rispetto agli altri loro coetanei e, inoltre, suggerisce loro gli accorgimenti che devono seguire per trarre benefici per la loro salute. Portare avanti un simile progetto crediamo sia una scelta molto saggia, che aiuta genitori e figli a vivere in modo meno solitario un disagio importante. Siamo ben lieti e orgogliosi di avere sostenuto questa bella iniziativa”.

La “lezione” del fumetto Lilly Disney

Il messaggio che il fumetto Lilly Disney trasmette a bimbi e genitori è tanto semplice quanto efficace: racconta con immagini e dialoghi semplici e divertenti, come bambini con e senza diabete possano giocare e mangiare insieme, come non ci siano che piccole differenze nelle quantità di cibo che si può assumere; lo sport, invece, è davvero uguale per tutti e fa sempre bene ai bambini. In questo modo, il fumetto Lilly Disney favorisce la condivisione e l’aggregazione. Il fumetto rappresenta quindi uno strumento informativo ed educativo pratico ed innovativo che costituirà anche un supporto costante per chi deve gestire quotidianamente la malattia, dai genitori alle maestre. 

Fumetto a disposizione nelle principali diabetologie pediatriche della Regione Calabria 
Il fumetto è a disposizione di bambini e genitori nelle principali Diabetologie Pediatriche di tutta Italia, oltre che della Calabria..

La diffusione del diabete infantile in Calabria

In Italia sono affetti da diabete 1 circa 300.000 (fonte: Ministero della Salute – dicembre 2013) persone, di cui circa 500  tra 0 e 14 anni nella sola Calabria, con circa 15 nuovi casi all’anno ogni 100.000 bambini nella fascia di età tra 0 e 14 anni. Anche gli adulti possono essere affetti da diabete di tipo 1: si tratta dei bambini che, grazie alle terapie mediche e ad uno stile di vita corretto, una volta cresciuti, conducono una vita praticamente normale, cioè trovano un lavoro e si costruiscono una famiglia.

Diabete infantile: pregiudizi e disinformazione che scuole e famiglie devono affrontare

Famiglie e docenti delle scuole primarie si trovano ad affrontare un generale problema di disinformazione, se non di pregiudizio, nei confronti dei bambini con diabete. Spesso chi non ha un'adeguata conoscenza del diabete mellito di tipo 1 discrimina inconsapevolmente i bambini affetti da tale patologia, può capitare ad esempio che non vengano invitati alle feste di compleanno perché si pensa erroneamente che non possano mangiare dolci. In alcuni casi, inoltre, i bambini con diabete non partecipano alle ore di educazione fisica nel timore che possano nuocere, mentre invece è il contrario. Un problema più generale di queste famiglie è che non rivelano la condizione del figlio a scuola e nella società, temendo che possa provocare esclusione e solitudine nel bambino. 

Può capitare infine che diversi disagi del bambino con diabete siano causati dalla scarsa formazione e informazione dei docenti nelle scuole: può capitare che le maestre abbiano timore di non essere preparate a gestire le complicanze acute legate alla condizione. 

Gli Enti promotori e patrocinanti

L’iniziativa è promossa AGDI (coordinamento Associazioni Italiani Giovani con Diabete), con il patrocinio di Diabete Italia (l’Ente che raggruppa medici specializzati nel trattamento del diabete, operatori sanitari e associazioni di persone affette da diabete) e con il contributo non condizionato di Eli Lilly. Viene realizzata in collaborazione con SIEDP, Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica.

Le tappe della Campagna sul territorio nazionale

Nel 2013 è partita la prima edizione della Campagna italiana, con la presentazione e distribuzione del fumetto “Coco e la festa di Pippo!” in occasione di una serie di eventi che si sono svolti a Milano, Firenze, Roma, Napoli e Catania; e nel 2014 a Bari, Potenza e Bologna. La Campagna è già iniziata nel 2015 con una tappa a Genova, per poi raggiungere, oltre a Catanzaro, le città di Milano, Ancona, Verona, Cagliari, Torino, Palermo.

Siti, Facebook e Numero Verde

Per informazioni scrivi a lillyitalia@lilly.com oppure chiama il Numero Verde 800117678, per seguire le attività e gli eventi legati alla Campagna visita www.lilly.it e segui www.facebook.com/diabete.a.colori

Ufficio stampa e segreteria organizzativa

Eli Lilly Italia: Sara Amori – Tel. 0554257196; 335.5951632

Area Stampa