CAROLINA®, lo studio di Boehringer Ingelheim e Lilly sugli esiti cardiovascolari di linagliptin

ha raggiunto l’endpoint primario

di non-inferiorità rispetto a glimepiride
  • Nessun aumento di rischio cardiovascolare in adulti con diabete di tipo 2 e rischio cardiovascolare con linagliptin rispetto a glimepiride;
  • Con un follow-up mediano di oltre 6 anni, CAROLINA® ha prodotto ulteriori evidenze che confermano il profilo di sicurezza di lungo termine di linagliptin, in un’ampia e varia popolazione di pazienti adulti con diabete di tipo 2.

Ingelheim, Germania e Indianapolis, (USA), 14 febbraio, 2019 – Boehringer Ingelheim ed Eli Lilly and Company (NYSE:LLY) annunciano che lo studio CAROLINA® (CARdiovascular Outcome study of LINAgliptin versus glimepiride in patients with type 2 diabetes) ha raggiunto l’endpoint primario, definito come non-inferiorità di linagliptin rispetto a glimepiride, in termini di tempo intercorso  al primo evento di mortalità per cause cardiovascolari, infarto del miocardio non-fatale o ictus non-fatale (MACE-3)1,2

Unico studio sugli esiti cardiovascolari di un inibitore della dipeptidil peptidasi 4 (inibitore di DPP-4) ad avere come confronto un farmaco attivo,1,2 lo studio CAROLINA® ha valutato la sicurezza cardiovascolare  di linagliptin (5mg una volta/die) rispetto alla sulfanilurea glimepiride, in aggiunta allo standard terapeutico, in 6.033 adulti con diabete di tipo 2 e aumentato rischio cardiovascolare o malattia cardiovascolare accertata.1,2 Il follow-up mediano di oltre 6 anni di CAROLINA® è il periodo più lungo su cui sia mai stato valutato un inibitore della dipeptidil peptidasi 4, in uno studio d’esiti cardiovascolari.1,2 Il profilo di sicurezza complessivo dimostrato da linagliptin nello studio CAROLINA® è stato in linea con quello riscontrato in studi precedenti, e non sono emerse nuove segnalazioni riguardo alla sicurezza.3

Chi è affetto da diabete di tipo 2 è a maggior rischio di sviluppare una malattia cardiovascolare e, nonostante i recenti progressi in termini di opzioni terapeutiche, queste patologie restano la principale causa di mortalità in questi pazienti.[i] Insieme a CARMELINA®, studio clinico sugli esiti cardiovascolari con controllo a placebo, che ha dimostrato la sicurezza cardiovascolare di lungo termine di linagliptin in adulti con diabete di tipo 2, ad alto rischio di cardiopatia e nefropatia;[ii] CAROLINA® conferma il profilo di sicurezza complessivo di lungo termine del farmaco in un’ampia e varia popolazione di pazienti adulti con diabete di tipo 2.

“Molte Linee Guida raccomandano l’utilizzo precoce di una terapia antidiabetica per ottenere benefici cardiovascolari” - ha dichiarato Waheed Jamal, Corporate Vice President e Responsabile Area Cardiovascolare & Metabolica di Boehringer Ingelheim - “Quando vengono considerate altre terapie, come gli inibitori di DPP-4, in soggetti con diabete di tipo 2, i medici hanno necessità di avere a disposizione opzioni con un consolidato profilo di sicurezza di lungo termine. I risultati di CAROLINA® estendono le conoscenze sulla sicurezza cardiovascolare di lungo termine di linagliptin, che ad oggi può contare su un’ampia base di dati fra le più complete in termini di sicurezza cardiovascolare per un inibitore di DPP-4”.

“Questi dati forniscono ulteriore fiducia al profilo consolidato di sicurezza e tollerabilità di linagliptin, come terapia per adulti con diabete di tipo 2” - ha aggiunto Jeff Emmick, Vice President, Sviluppo di Prodotto di Lilly Diabetologia. “Linagliptin rappresenta un’opzione terapeutica importante per i medici che pensano di prescrivere un inibitore di DPP-4 ai loro pazienti con diabete di tipo 2. Boehringer Ingelheim e Lilly sono ansiosi di condividere i risultati completi, che saranno disponibili nei prossimi mesi”.

I risultati completi dello studio CAROLINA® verranno presentati il prossimo 10 giugno in occasione del 79° Congresso dell’American Diabetes Association a San Francisco.

Lo Studio CAROLINA®
CAROLINA® (CARdiovascular Outcome study of LINAgliptin versus glimepiride in patients with type 2 diabetes) è uno studio clinico multinazionale, randomizzato, in doppio cieco, con controllo con farmaco attivo, svolto su 6.033 pazienti adulti con diabete di tipo 2, in oltre 600 centri in 43 Paesi, che sono stati osservati per una durata mediana di oltre 6 anni.1,2 Lo studio ha incluso adulti con diabete di tipo 2 precoce, con durata mediana della malattia di 6,2 anni, non in terapia o in terapia con 1-2 farmaci ipoglicemizzanti (es. metformina).2 Lo studio è stato disegnato per valutare gli effetti di linagliptin (5mg una volta/die) rispetto a sulfanilurea glimepiride (entrambi i farmaci in aggiunta a stabile terapia di base con ipoglicemizzanti e terapia cardiovascolare standard) sulla sicurezza cardiovascolare in soggetti adulti con diabete di tipo 2 e aumentato rischio cardiovascolare o malattia cardiovascolare accertata.1,2 Questa popolazione di pazienti riflette quella che i medici incontrano nella pratica clinica quotidiana.6

Lo studio CAROLINA® è stato presieduto da un comitato direttivo accademico e dall’alleanza di Boehringer Ingelheim ed Eli Lilly and Company in Diabetologia. CAROLINA® è il primo studio d’esito cardiovascolare su un inibitore della dipeptidil peptidasi 4 (inibitore di DPP-4) con confronto a farmaco attivo.

Linagliptin
Linagliptin è un inibitore di DPP-4 a dosaggio unico e in monosomministrazione giornaliera, significativamente efficace nella riduzione della glicemia in adulti con diabete di tipo 2. Può essere prescritto a soggetti con diabete di tipo 2, indipendentemente da età, durata della malattia, gruppo etnico, indice di massa corporea (BMI), funzionalità epatica e renale.3 Di tutti gli inibitori di DPP-4, linagliptin è quello con il più basso tasso di escrezione renale.7,8,9,10

I nostri studi sugli esiti cardiovascolari
Gli studi sugli esiti cardiovascolari sono molto importanti in quanto le patologie cardiovascolari sono una seria complicanza e la principale causa di mortalità nei soggetti con diabete di tipo 2. A livello mondiale, la maggior parte delle persone con diabete di tipo 2 muore a causa di un evento cardiovascolare.4 Nel 2015, Boehringer Ingelheim ed Eli Lilly and Company hanno annunciato i risultati di EMPA-REG OUTCOME®, studio cardine sugli esiti cardiovascolari di empagliflozin, inibitore del co-trasportatore sodio glucosio di tipo 2 (SGLT-2), che ha ridotto il rischio relativo di mortalità per cause cardiovascolari del 38% in adulti con diabete di tipo 2 e malattia cardiovascolare confermata, in aggiunta a standard terapeutico.11,12,13 Sulla base di quei risultati, empagliflozin è stato il primo farmaco orale per il diabete di tipo 2 a comprendere nel foglio illustrativo, approvato in molti Paesi, l’indicazione cardiovascolare o i risultati sulla riduzione del rischio di mortalità per cause cardiovascolari.11,12

CAROLINA® è uno di due studi sugli esiti cardiovascolari con l’inibitore di DPP-4 linagliptin.1,2  I risultati di CAROLINA® e dell’altro studio CARMELINA®  (CArdiovascular safety and Renal Microvascular outcomE with LINAgliptin in patients with type 2 diabetes at high vascular) 5,14, costituiscono una delle basi di dati più complete sulla sicurezza di lungo termine di un inibitore di DPP-4.

CARMELINA® è uno studio clinico multinazionale, randomizzato, in doppio cieco, con gruppo di controllo a placebo, che ha incluso 6.979 adulti con diabete di tipo 2 in oltre 600 centri di 27 Paesi, che sono stati osservati per una durata mediana di 2,2 anni.5,14 CARMELINA® ha studiato gli effetti di sulla sicurezza cardiovascolare e renale in adulti con diabete di tipo 2 ad alto rischio di cardiopatia e/o nefropatia.5,14 Lo studio ha raggiunto l’endpoint primario, con linagliptin che ha dimostrato un profilo di sicurezza cardiovascolare simile a quello del placebo, quando aggiunto a standard terapeutico.5 In CARMELINA® , per il principale endpoint secondario composito, ha dimostrato un profilo di sicurezza renale simile al placebo.5 Il profilo di sicurezza complessivo dimostrato da linagliptin in CARMELINA® è stato in linea con quello riscontrato in studi precedenti, e non sono emersi nuovi aspetti da segnalare riguardo alla sicurezza.3,5 In CARMELINA® linagliptin ha, inoltre, dimostrato una percentuale di ospedalizzazioni per scompenso cardiaco simile al placebo.5

Per maggiori informazioni su CARMELINA®, visitate il sito https://www.carmelinatrial.com

L’alleanza fra Boehringer Ingelheim ed Eli Lilly and Company  
A gennaio 2011 Boehringer Ingelheim ed Eli Lilly and Company hanno annunciato la loro alleanza in diabetologia, per lo sviluppo di farmaci in alcune delle principali classi farmacologiche in questo ambito. L’alleanza sfrutta i rispettivi punti di forza delle due aziende farmaceutiche, che sono fra le maggiori a livello mondiale, ne dimostra l’impegno a realizzare terapie e la dedizione a rispondere ai bisogni dei pazienti affetti da diabete. A seconda dei Paesi, le due aziende promuovono congiuntamente o separatamente le molecole che ciascuna di esse contribuisce all’alleanza.

Boehringer Ingelheim
L’obiettivo di Boehringer Ingelheim, azienda farmaceutica basata sulla ricerca, è migliorare la salute e la qualità di vita delle persone. Nel perseguire questo obiettivo si focalizza su quelle patologie per le quali ad oggi non esistono opzioni terapeutiche soddisfacenti, concentrandosi sullo sviluppo di terapie innovative che possano allungare la vita dei pazienti. Boehringer Ingelheim opera anche nell’ambito della salute animale prodigandosi per una prevenzione avanzata.
Azienda a proprietà familiare sin dalla sua fondazione nel 1885, Boehringer Ingelheim è oggi una delle prime 20 aziende farmaceutiche al mondo. I suoi circa 50.000 addetti ogni giorno creano valore, attraverso l’innovazione, nelle sue tre aree di business: farmaceutici per uso umano, salute animale e biofarmaceutici. Con un fatturato netto di quasi 18,1 miliardi di euro nel 2017, Boehringer Ingelheim ha investito in ricerca e sviluppo una somma superiore ai tre miliardi di euro e pari al 17% del fatturato netto.  
Da azienda a proprietà familiare Boehringer Ingelheim ha una programmazione che abbraccia le generazioni, concentrandosi sul successo di lungo termine piuttosto che sugli utili di breve periodo. L’azienda pertanto punta a una crescita interna basata su risorse proprie, e nel contempo è aperta a collaborazioni e alleanze strategiche nella Ricerca. In ogni sua attività, Boehringer Ingelheim è spontaneamente portata ad agire con responsabilità nei confronti dell’umanità e dell’ambiente.

Per maggiori informazioni visitate il sito on www.boehringer-ingelheim.com o consultate il Bilancio all’indirizzo http://annualreport.boehringer-ingelheim.com

Lilly Diabetologia
Lilly è leader mondiale in diabetologia sin dal 1923 quando ha introdotto la prima insulina commerciale al mondo. L’azienda vanta una lunga tradizione sui cui fonda la sua azione volta a soddisfare i diversi bisogni di coloro che soffrono di diabete e delle persone che ne se prendono cura. Con la sua ricerca, le sue collaborazioni, un’ampia gamma di terapie e la sua incessante determinazione a mettere a disposizione soluzioni vere – da farmaci a programmi di sostegno e molto altro – Lilly Diabetologia opera per migliorare la vita di coloro che nel mondo soffrono di diabete. Per maggiori informazioni visitate il sito  www.lillydiabetes.com.

Eli Lilly and Company
Lilly è un’azienda mondiale leader nel settore healthcare che, alla scoperta di nuove soluzioni, unisce l’attenzione per l’individuo al fine di migliorare la vita delle persone nel mondo. Fondata oltre un secolo fa da un uomo impegnato a creare farmaci d’alta qualità che rispondano a bisogni reali, Lilly è rimasta fedele a quella missione in ogni sua attività. Le persone di Lilly nel mondo operano per scoprire e rendere disponibili farmaci che cambiano positivamente la vita delle persone che hanno bisogno di quelle terapie, per aumentare le conoscenze e migliorare la gestione delle patologie e dare il proprio contributo al bene comune con attività filantropiche e opere di volontariato. Potete trovare maggiori informazioni su Lilly visitando il sito www.lilly.com.

Ai destinatari della comunicazione
Il presente comunicato stampa è stato emesso dalla Sede Centrale del Gruppo Boehringer Ingelheim a Ingelheim, in Germania, ed è volto a informare sul nostro business a livello internazionale. Sappiate che le informazioni sullo stato di approvazione e le indicazioni dei prodotti approvati possono variare da Paese a Paese e potrebbero essere state diramate in un comunicato stampa specifico sull’argomento nei Paesi in cui Boehringer Ingelheim ed Eli Lilly and Company operano.

Il presente comunicato stampa contiene dichiarazioni previsionali (forward-looking statement, così come definiti nel Private Securities Litigation Reform Act del 1995) su linagliptin e sul suo profilo di sicurezza e riflette le convinzioni attuali di Lilly. Lo sviluppo e la commercializzazione di qualsiasi prodotto farmaceutico sono soggetti a significativi rischi e incertezze. Tra l’altro, non ci può essere alcuna garanzia che futuri risultati di studi saranno in linea con quelli ottenuti ad oggi né che linagliptin otterrà ulteriori approvazioni da parte delle autorità regolatorie. Potete trovare ulteriori informazioni su questi ed altri rischi ed incertezze negli ultimi documenti aziendali depositati presso la SEC statunitense (Form 10-K e Form 10-Q). Salvo ove previsto ai sensi di legge, Lilly non assume alcun obbligo di aggiornare le dichiarazioni previsionali al verificarsi di eventi successivi alla data del presente comunicato.

Contatti

Marina Guffanti
Comunicazione
Boehringer Ingelheim Italia SpA
Phone: +39 02 5355453
Cell: +39 348 3995284

Sara Amori
Comunicazione
Eli Lilly Italia SpA
Phone: +39 055 4257196
Cell: +39 335 5951632

Maria Luisa Paleari
Value Relations Srl
Phone: +39 02 20424941
Cell: +39 331 6718518

Bibliografia

1  ClinicalTrials.Gov. CARdiovascular Outcome study of LINAgliptin versus Glimepiride in patients with Type 2 diabetes. Available at: https://clinicaltrials.gov/ct2/show/NCT01243424. Accessed: February 2019.
2  Marx N, et al. Design and baseline characteristics of the CARdiovascular Outcome Trial of LINAgliptin Versus Glimepiride in Type 2 Diabetes (CAROLINA®). Diabetes & Vascular Disease Research 2015;12(3):164-74.
3  European Medicines Agency. Trajenta® (linagliptin) tablets. EMA Summary of Product Characteristics. Last updated July 2018. Available at: https://www.ema.europa.eu/documents/product-information/trajenta-epar-product-information_en.pdf Accessed: February 2019.
4  World Heart Federation. Cardiovascular Disease Risk Factors. Available at: https://www.world-heart-federation.org/resources/risk-factors/. Accessed: February 2019.
5  Rosenstock J, et al. Effect of Linagliptin vs Placebo on Major Cardiovascular Events in Adults With Type 2 Diabetes and High Cardiovascular and Renal Risk: The CARMELINA® Randomized Clinical Trial. JAMA. 2018 Nov 9. doi: 10.1001/jama.2018.18269.
6  Boehringer Ingelheim and Eli Lilly and Company. Data on file.
7  European Medicines Agency. Onglyza® (saxagliptin) tablets. EMA Summary of Product Characteristics. Available from: https://www.ema.europa.eu/documents/product-information/onglyza-epar-product-information_en.pdf Last updated: July 2016. Accessed: February 2019.
8  European Medicines Agency. Vipidia® (alogliptin) tablets. EMA Summary of Product Characteristics. Available from: http://ec.europa.eu/health/documents/community-register/2015/20150115130399/anx_130399_en.pdf Last updated: January 2015. Accessed: February 2019.
9  European Medicines Agency. Januvia® (sitagliptin) tablets. EMA Summary of Product Characteristics. Available from: https://ec.europa.eu/health/documents/community-register/2018/20180516140764/anx_140764_en.pdf Last updated: August 2017. Accessed: February 2019.
10  European Medicines Agency. Galvus® (vildagliptin) tablets. EMA Summary of Product Characteristics. Available from: https://www.ema.europa.eu/documents/product-information/galvus-epar-product-information_en.pdf Last updated: June 2017. Accessed: February 2019.
11  Jardiance® (empagliflozin) tablets U.S. Prescribing Information. FDA. Available at: https://www.accessdata.fda.gov/drugsatfda_docs/label/2016/204629s008lbl.pdf. Accessed February 2019.
12  Jardiance® (empagliflozin) Summary of Product Characteristics. EMA. Available at: http://www.ema.europa.eu/docs/en_GB/document_library/EPAR_-_Product_Information/human/002677/WC500168592.pdf. Accessed: February 2019.
13  Zinman B, et al. EMPA-REG OUTCOME® Investigators. Empagliflozin, cardiovascular outcomes, and mortality in type 2 diabetes. N Engl J Med. 2015;373(22):2117-2128.
14  ClinicalTrials.Gov. Cardiovascular and renal microvascular outcome study with linagliptin in patients with type 2 diabetes mellitus at high vascular risk. Available at: https://clinicaltrials.gov/ct2/show/NCT01897532?term=NCT01897532&rank=1. Accessed: February 2019.

Area Stampa